Come risolvere il problema del disco non inizializzato su Windows 10?

Consigli: Clicca Qui Per Correggere Gli Errori Di Windows E Ottimizzare Le Prestazioni Del Sistema

Il problema quando gli utenti hanno difficoltà a inizializzare il proprio disco su Windows 10 di solito appare quando si inserisce un disco rigido esterno o SSD nuovo di zecca. Questo problema può comparire anche in vari altri scenari ed è davvero importante risolverlo poiché non è possibile utilizzare l'unità prima di risolvere questo problema.

Impossibile inizializzare il disco

Non essere in grado di inizializzare l'unità è qualcosa che ha turbato molti utenti e sono stati in grado di trovare diversi metodi di lavoro. Abbiamo raccolto questi metodi in un articolo, quindi dai un'occhiata e buona fortuna!

Quali sono le cause del problema Impossibile inizializzare il disco su Windows 10?

La mancata inizializzazione del disco in qualsiasi formato è spesso correlata a unità guaste. Se l'unità è danneggiata fisicamente oltre la riparazione, è possibile portarla solo da un professionista per estrarre ciò che può essere estratto. In altri casi, puoi consultare l'elenco delle cause che abbiamo preparato di seguito per identificare il tuo scenario!

  • Usa Diskpart invece di Gestione disco - L'uso di Gestione disco ha dimostrato di essere un modo difficile di gestire le unità e molti utenti suggeriscono di essere riusciti a inizializzare i dischi solo usando Diskpart con autorizzazioni di amministratore.
  • Problemi relativi alla batteria del BIOS - Anche se la batteria del BIOS sembra non essere correlata a questo problema, molti utenti hanno scoperto che la corretta pulizia della batteria del BIOS e il ripristino delle impostazioni del BIOS sono riusciti a risolvere facilmente il problema di inizializzazione dell'unità.
  • Driver difettosi : se si installa un driver difettoso, è possibile che venga rifiutato l'inizializzazione a meno che non si installi un driver funzionante.

Soluzione 1: utilizzare Diskpart per risolvere il problema

L'uso corretto di Diskpart può aiutarti a risolvere quasi tutti i problemi del disco rigido purché lo usi con attenzione. Il seguente set di comandi viene eseguito nel Prompt dei comandi e pulirà l'unità, formattala come GPT, crea una partizione, formattala per il file system NTFS e dovresti essere pronto per usarlo senza problemi. Dai un'occhiata qui sotto!

  1. Se il sistema del tuo computer è inattivo, dovrai utilizzare il supporto di installazione utilizzato per installare Windows per questo processo. Inserisci l'unità di installazione che possiedi o che hai appena creato e avvia il tuo computer.
  2. Vedrai una finestra Scegli il layout della tastiera, quindi scegli quella che desideri utilizzare. Viene visualizzata la schermata Scegli un'opzione, quindi vai a Risoluzione dei problemi >> Opzioni avanzate >> Prompt dei comandi.

Prompt dei comandi da Opzioni avanzate
  1. Altrimenti, cerca semplicemente il prompt dei comandi, fai clic con il tasto destro su di esso e scegli Esegui come amministratore . Alla finestra del prompt dei comandi, digitare semplicemente " diskpart " in una nuova riga e fare clic sul tasto Invio per eseguire questo comando.
  2. Questo cambierà la finestra del prompt dei comandi per consentire l'esecuzione di varie Diskpart. La prima che eseguirai è quella che ti consentirà di visualizzare l'elenco completo di tutte le unità disponibili. Digita questo e assicurati di fare clic su Invio in seguito:
 DISKPART> elenca disco 

Elencare i dischi disponibili in Diskpart
  1. Assicurati di scegliere con cura l'unità, in base al numero assegnato ad essa nell'elenco dei volumi. Supponiamo che il suo numero sia 1. Ora esegui il comando seguente per selezionare l'unità richiesta :
 DISKPART> seleziona disco 1 

Selezione di un disco in Diskpart
  1. Dovrebbe apparire un messaggio che dice qualcosa come "Il disco 1 è il disco selezionato ".

Nota : se non si è sicuri del numero di unità appartenente all'unità, il modo più semplice per farlo è di controllarne le dimensioni nel riquadro a destra. Inoltre, è lo stesso numero che appare nello strumento Gestione disco.

  1. Per pulire questo volume, è sufficiente digitare il comando visualizzato di seguito, fare clic sul tasto Invio in seguito e attendere che il processo venga completato. Il processo dovrebbe ora avere esito positivo per un cambiamento. Questo set di comandi creerà anche una partizione primaria e la renderà attiva in modo da poterla formattare senza problemi.
 Pulisci Crea partizione primaria attiva 

Esecuzione dei comandi sopra
  1. Infine, quest'ultimo comando formatterà l'unità nel file system scelto. Quando si considera il file system, la regola empirica è scegliere FAT32 per unità fino a 4 GB di spazio di archiviazione e NTFS per volumi più grandi. Diciamo che hai scelto NTFS! Digita il seguente comando e tocca Invio in seguito:
 formato fs = ntfs veloce 
  1. Esci dal prompt dei comandi e verifica se il tuo dispositivo è stato formattato correttamente e pronto per l'uso!

Soluzione 2: svuotare la batteria CMOS

La cancellazione della batteria CMOS causerà effettivamente due cose: le impostazioni del BIOS relative al modo in cui il tuo computer verrà riavviato e inizierai dall'inizio quando si tratta di avvio, il che è una cosa che può risolvere questo problema da solo . Prima di procedere, assicurarsi di spegnere il computer e scollegare tutti i cavi dall'unità problematica.

  1. Apri il case del computer e trova la batteria sulla scheda madre del computer. Se non si riesce a individuare la batteria CMOS, consultare la documentazione della scheda madre o del computer. Puoi anche navigare in Internet o contattare il produttore del computer per ulteriore assistenza nella localizzazione.

Nota : con alcuni computer, potrebbe essere necessario scollegare i cavi, rimuovere le unità o rimuovere altre parti del PC per ottenere l'accesso completo alla batteria CMOS.

Rimozione della batteria CMOS
  1. Se il computer utilizza una batteria a bottone, rimuovere la batteria è relativamente semplice. Usa le dita per afferrare il bordo della batteria ed estrarlo dalla presa tenendolo in posizione . Alcune schede madri hanno una clip che tiene premuta la batteria e potrebbe essere necessario spostarla verso l'alto per estrarre la batteria.
  2. Lascialo rimanere rimosso per 10 minuti, puliscilo, rimettilo dentro e prova a inizializzare l'unità come hai provato prima. Controlla se compaiono errori!

Soluzione 3: aggiorna i driver del disco

Anche se i metodi sopra indicati sono più complicati, hanno anche un tasso di successo più elevato ed è per questo che abbiamo deciso di classificarli più in alto nella nostra lista. L'aggiornamento dei driver è anche un metodo utile che può essere utilizzato se non sei in grado di inizializzare il tuo HDD o SSD. I file di driver difettosi ti renderanno difficile l'utilizzo del dispositivo ed è importante tenerli aggiornati.

  1. Tocca il pulsante del menu Start nella parte in basso a sinistra dello schermo, digita " Gestione dispositivi " e seleziona la sua voce dall'elenco delle voci risultanti facendo clic sulla prima.
  2. È inoltre possibile utilizzare la combinazione di tasti Tasto Windows + R per visualizzare la casella Esegui utilità. Digita " devmgmt. msc "nella finestra di dialogo e fare clic su OK per aprire Gestione dispositivi.

Esecuzione di Gestione dispositivi
  1. Poiché desideri aggiornare il driver per il tuo disco rigido o unità a stato solido, espandi la sezione Unità disco facendo clic con il pulsante sinistro del mouse sulla freccia accanto alla loro voce in Gestione dispositivi. Fare clic con il tasto destro del mouse sulla voce corretta nell'elenco e selezionare Aggiorna driver dal menu contestuale.
  2. Scegli l' opzione Cerca automaticamente il software del driver aggiornato dalla nuova schermata che apparirà e attendi di vedere se lo strumento è in grado di trovare driver più recenti per il tuo disco.

Cerca automaticamente il software driver aggiornato
  1. Verifica se ora sei in grado di utilizzare Gestione disco per inizializzare correttamente l'unità!

Articoli Interessanti