Correzione: il dispositivo non è pronto su Windows 7, 8 e 10

Consigli: Clicca Qui Per Correggere Gli Errori Di Windows E Ottimizzare Le Prestazioni Del Sistema

La condizione di errore " Il dispositivo non è pronto " si verifica quando si tenta di aprire i file sul disco rigido esterno. Ciò accade principalmente quando si è verificato un errore hardware nel dispositivo esterno o l'unità è vuota o non formattata.

Questo errore può inoltre verificarsi a causa di motivi esterni come problemi di connessione (quando l'unità esterna non è collegata correttamente), dispositivo danneggiato (l'unità è corrotta o danneggiata fisicamente che non consente al computer di connettersi), problemi di compatibilità (a volte il il disco rigido non è compatibile con il sistema operativo) e a causa di danni ai file di sistema (file di sistema responsabili della connessione all'unità). Esamineremo tutte le possibili soluzioni e tenteremo di correggere questo errore.

Come risolvere Il dispositivo non è pronto

  • Flash Drive indica "Il dispositivo non è pronto": questo errore indica che il dispositivo di archiviazione è un'unità flash o una chiavetta USB e il sistema non è in grado di connettersi ad esso.
  • Virtual Disk Manager dice "Il dispositivo non è pronto": questa condizione si verifica quando non è possibile accedere al dispositivo tramite il gestore disco virtuale. Ciò si verifica probabilmente quando non sono presenti le autorizzazioni corrette o si verifica un problema durante la mappatura delle unità tra il sistema operativo e il gestore VM.
  • L'HDD interno mostra "Il dispositivo non è pronto": questa condizione si riferisce alla situazione in cui l'errore non si genera su un disco rigido esterno ma su un HDD collegato internamente.

Soluzione 1: controllo della connessione e dell'hardware

Prima di passare ai metodi software, è necessario verificare se il disco rigido è effettivamente collegato correttamente senza errori e il cavo SATA di collegamento funziona correttamente senza problemi.

Per diagnosticare se il disco rigido funziona correttamente e il problema riguarda solo il computer, provare a collegare il disco rigido a un altro computer e verificare. Se l'errore si verifica anche in esso, provare a sostituire il cavo di collegamento, quindi riprovare a connettersi.

Se si utilizza un disco rigido esterno, assicurarsi che il cavo di connessione sia inserito correttamente nella porta di connessione e funzioni correttamente.

Soluzione 2: esecuzione di una scansione del disco di controllo

Se il tuo disco rigido è collegato correttamente ma continua a dare l'errore in discussione, dovresti considerare di eseguire una scansione del disco di controllo. Ci sono casi in cui l'unità esterna viene danneggiata o presenta settori danneggiati. Ciò non consente al sistema di accedere correttamente al disco rigido e quindi provoca il messaggio di errore. Proveremo a eseguire l'utilità di controllo del disco nella speranza di riparare eventuali problemi.

  1. Premi Windows + S, digita " prompt dei comandi " nella finestra di dialogo, fai clic con il pulsante destro del mouse sull'applicazione e seleziona "Esegui come amministratore".
  2. Una volta nel prompt dei comandi, eseguire il comando seguente. È possibile modificare la lettera di unità in base alle proprie esigenze. In questo caso, la lettera del disco è 'G'.
 chkdsk g: / r chkdsk g: / f 

  1. Ora, attendi che il processo di controllo del disco sia completo. Questo potrebbe richiedere del tempo a seconda delle dimensioni dell'unità e dei dati memorizzati.
  2. Una volta che l'unità è stata riparata e riparata, riavvia il computer e prova ad accedervi nuovamente.

Soluzione 3: modifica della lettera di unità

Se l'errore non scompare ancora, possiamo provare a cambiare la lettera dell'unità. Ogni lettera di unità è identificata da una lettera di unità univoca che definisce anche il percorso di navigazione dal sistema principale. Esistono diversi casi in cui la lettera di unità è in conflitto con un'altra già prenotata dal sistema. Proveremo a cambiare la lettera dell'unità e verificeremo se ciò risolve il problema.

  1. Premi Windows + R, digita “ diskmgmt. msc "nella finestra di dialogo e premere Invio.
  2. Una volta in Gestione disco, fai clic con il pulsante destro del mouse sull'unità e seleziona " Cambia lettera e percorsi dell'unità".

  1. Fare clic sul pulsante Cambia e dall'elenco selezionare un'altra lettera di unità da impostare.

  1. Dopo aver modificato la lettera dell'unità, scollegare l'unità esterna e dopo averla ricollegata, verificare se è possibile accedervi senza problemi.

Soluzione 4: esecuzione di Risoluzione dei problemi relativi a hardware e dispositivi

Windows dispone di uno strumento di risoluzione dei problemi hardware e dispositivo integrato che rileva eventuali discrepanze nell'hardware collegato al computer e tenta di risolverlo. Nel caso in cui il disco rigido esterno non sia accessibile correttamente, lo strumento di risoluzione dei problemi potrebbe verificare la presenza di valori di registro errati e correggere eventuali controller che non funzionano correttamente.

  1. Premi Windows + R, digita " pannello di controllo " nella finestra di dialogo e premi Invio.
  2. Una volta nel pannello di controllo, fai clic su Icone grandi nella parte in alto a destra dello schermo e fai clic su

  1. Ora fai clic su Hardware e suoni e dalla pagina successiva seleziona Hardware e dispositivi . Ora lascia che lo strumento di risoluzione dei problemi esegua tutte le attività e applichi la correzione se presentata.

  1. Riavvia il computer dopo averlo riparato e controlla se riesci ad accedere all'unità senza problemi.

Oltre alle soluzioni sopra elencate, puoi anche provare le correzioni elencate di seguito:

  • Verificare la presenza di programmi che accedono già all'unità. Se l'unità è occupata, è possibile che venga visualizzato l'errore.
  • Puoi provare a reinstallare i driver del controller USB . Se i driver del controller sono danneggiati o obsoleti, ciò potrebbe causare la condizione di errore.
  • Assicurati che Windows sia aggiornato all'ultima build.
  • Esegui una scansione SFC e verifica la presenza di corruzioni nel registro.
  • Prova a collegare l'unità a un altro computer e controlla l'errore lì.
  • Eseguire un ripristino del sistema . Questo dovrebbe essere considerato come ultima risorsa. Se tutto il resto fallisce, probabilmente significa che c'è qualche problema con Windows. Se l'ultimo ripristino del sistema non risolve il problema, puoi anche prendere in considerazione una nuova installazione.

Articoli Interessanti