Correzione: i riferimenti all'origine dati non sono validi in Excel

Consigli: Clicca Qui Per Correggere Gli Errori Di Windows E Ottimizzare Le Prestazioni Del Sistema

Alcuni utenti hanno ottenuto il " Riferimento dell'origine dati non valido " quando provano a creare una tabella pivot da un intervallo in Excel. Questo particolare errore si verifica con più versioni di Excel e Windows, quindi il problema non è specifico del sistema operativo o della versione di Excel.

Riferimento sorgente non valido

Cosa sta causando l'errore "Riferimento origine dati non valido" in Excel?

Abbiamo esaminato questo particolare messaggio di errore esaminando i vari rapporti degli utenti e i passaggi di riparazione che hanno seguito per risolvere il problema. A quanto pare, ci sono diversi colpevoli comuni che finiranno per innescare questo particolare messaggio di errore:

  • Il nome del file Excel contiene parentesi quadre - Esistono un set di caratteri proibiti che non sono supportati dalle tabelle Pivot. Un motivo comune per cui potresti riscontrare questo particolare errore è se il nome del file Excel contiene '[' o ']'. In questo caso, il problema può essere risolto modificando il nome del file e rimuovendo le parentesi quadre.
  • Il file Excel non viene salvato sull'unità locale : è possibile che venga visualizzato questo particolare messaggio di errore se si tenta di creare una tabella pivot da un file Excel aperto direttamente da un sito Web o da un allegato e-mail. In questo caso, il file verrà aperto da una cartella temporanea, che non ha le stesse autorizzazioni di una cartella normale. Se questo scenario è applicabile, è possibile risolvere il problema salvando prima il file .xlsx sull'unità locale.
  • I dati della tabella pivot si riferiscono a un intervallo inesistente - Un intervallo che non è definito correttamente può anche causare questo particolare errore. Se stai cercando di creare una tabella pivot con un intervallo non definito, visualizzerai lo stesso messaggio di errore. In questo caso, è possibile risolvere il problema definendo la rabbia prima di tentare di creare la tabella pivot.
  • L'origine dati fa riferimento a un intervallo denominato che contiene riferimenti non validi . Un'altra possibile ragione per cui si verifica questo errore è quando l'intervallo è definito ma fa riferimento a valori non validi. In questo caso, è possibile utilizzare Gestione nomi per identificare i valori a cui si fa riferimento e apportare le modifiche necessarie per risolvere il problema.

Se stai attualmente lottando per risolvere l'errore di riferimento dell'origine dati non è valido, questo articolo ti fornirà diversi passaggi per la risoluzione dei problemi che ti aiuteranno a identificare il problema che sta innescando il messaggio di errore. Di seguito troverai una raccolta di metodi che altri utenti in una situazione simile hanno usato per risolvere questo problema.

Per i migliori risultati, seguire i metodi nell'ordine in cui sono presentati. Alla fine dovresti imbatterti in una correzione che sarà efficace nel tuo particolare scenario.

Cominciamo!

Metodo 1: rimozione delle parentesi dal nome del file

Uno dei motivi più popolari che finiranno per innescare il riferimento all'origine dati non è un errore valido è un nome file Excel errato. Se i report sono generati da un sistema di automazione dei report e il nome contiene caratteri proibiti come parentesi quadre ' [] ', questo messaggio di errore verrà visualizzato ogni volta che si tenta di creare una tabella pivot.

Se questo scenario è applicabile alla tua situazione attuale, sarai in grado di risolvere il problema modificando il nome del file .xlsx per rimuovere i caratteri proibiti. Ecco una breve guida su come fare questo:

  1. Chiudi la finestra di Excel che sta attualmente utilizzando il file. Se il file è in uso, non sarà possibile rinominarlo.
  2. Utilizzare Esplora file per accedere al percorso del file Excel. Una volta arrivato lì, fai clic destro su di esso e scegli Rinomina.
  3. Quindi, vai avanti e rimuovi le parentesi dal nome del file poiché la tabella Pivots non è configurata per supportarli.

    Rimozione delle parentesi dal nome del file
  4. Tenta di ricreare di nuovo la tabella pivot e verifica se l'errore persiste.

Se riscontri ancora che il riferimento all'origine dati non è un errore valido o questo metodo non era applicabile al tuo scenario particolare, passa al metodo successivo di seguito.

Metodo 2: salvataggio del file sul disco locale

Questo problema può verificarsi anche se si apre un file direttamente da un sito Web o direttamente da un allegato di posta elettronica. In questo caso, il file verrà aperto da un file temporaneo, che finirà per innescare il riferimento all'origine dati non è un errore valido .

Se questo scenario è applicabile al tuo scenario attuale, sarai in grado di risolvere il problema salvando prima il file Excel su un'unità locale. Quindi, prima di provare a creare la tabella Pivot, vai su File> Salva con nome e salva il file su una posizione fisica (sul tuo disco locale).

Salvataggio del file Excel sull'unità locale

Una volta che il file Excel è stato salvato localmente, ricreare i passaggi che in precedenza avevano attivato il riferimento all'origine dati non è un errore valido e vedere se è possibile creare la tabella Pivots senza riscontrare l'errore.

Se questo metodo non era applicabile alla tua situazione attuale, passa al metodo successivo di seguito.

Metodo 3: assicurarsi che l'intervallo esista e sia definito

Un altro motivo per cui è possibile riscontrare l'errore " Riferimento origine dati non valido ". Quando si tenta di inserire una tabella pivot è un intervallo inesistente / non definito.

Per metterlo in prospettiva, diciamo che stai cercando di creare una tabella pivot. Naturalmente, vai a Inserisci tabella pivo, seleziona l'interruttore associato a Seleziona una tabella o un intervallo e imposta la tabella / intervallo su "test". Ora, se hai basato i valori sull'intervallo "test" e non esiste, vedrai l'errore "Il riferimento all'origine dati non è valido " non appena fai clic su OK .

Visualizzazione dell'errore dovuto a un intervallo inesistente

Se questo scenario è applicabile, sarà possibile aggirare il problema definendo un intervallo prima di tentare di creare una tabella pivot. Ecco una breve guida su come eseguire questa operazione.

  1. Fare clic sulla scheda Formule dalla barra multifunzione, quindi fare clic su Gestione nomi dall'elenco.
  2. Nella finestra Gestione nomi, fai clic su Nuovo e dai un nome all'intervallo che stai per creare. Quindi, utilizzare la casella Si riferisce a per impostare le celle che si desidera utilizzare per l'intervallo. Puoi digitarlo da solo o utilizzare il selettore integrato.
  3. Ora che l'intervallo è definito, è possibile creare correttamente la tabella pivot senza riscontrare lo stesso messaggio di errore.

Se questo scenario non era applicabile o riscontri ancora che il riferimento all'origine dati non è un errore valido anche dopo aver eseguito i passaggi precedenti, passa al metodo successivo di seguito.

Metodo 4: assicurarsi che il riferimento per l'intervallo denominato sia valido

Anche se hai definito correttamente l'intervallo ma stai ancora vedendo il riferimento all'origine dati non è un errore valido, è probabile che tu stia vedendo il messaggio perché l'intervallo denominato si riferisce ad alcune celle i cui valori non sono validi.

Per correggere questo, vai su Formula> Gestione nomi e vedi se l'intervallo si riferisce alle celle che desideri analizzare attraverso la tabella pivot. In caso di incongruenze, utilizzare la casella Fare riferimento a: per passare al valore corretto.

Garantire che i riferimenti siano validi

Dopo aver apportato le modifiche, prova a creare nuovamente una tabella pivot e verifica se stai ancora visualizzando lo stesso messaggio di errore.

Articoli Interessanti