Correzione: errore DISM 1726 "La chiamata di procedura remota non è riuscita"

Consigli: Clicca Qui Per Correggere Gli Errori Di Windows E Ottimizzare Le Prestazioni Del Sistema

Ogni volta che una scansione SFC non riesce a risolvere il problema, i comandi DISM sono in genere sufficienti per risolvere la stragrande maggioranza della corruzione dei file di sistema. I comandi DISM (Deployment Image Servicing and Management) utilizzano Internet per scaricare e sostituire i file danneggiati o errati nel tentativo di risolvere i problemi di sistema.

Anche se i comandi DISM sono in genere efficaci nel risolvere anche i casi più gravi di corruzione dei file di sistema, ci sono situazioni in cui l'operazione di distribuzione stessa viene danneggiata e restituisce un errore. È il caso dell'errore 1726: "La chiamata di procedura remota non è riuscita". Alcuni utenti segnalano che questo errore DISM si verifica subito prima della fine del processo.

Dopo aver ricercato l'errore, siamo giunti alla conclusione che il problema si verifica in genere a causa di uno dei seguenti motivi:

  • Un software di terze parti (molto probabilmente un firewall esterno o un antivirus) interrompe l'operazione DISM corrente e finisce per innescare l' errore 1726: "La chiamata di procedura remota non è riuscita".
  • Il problema si verifica perché al momento è in corso una riparazione corruzione in sospeso. Ciò si verifica in genere se in precedenza si era tentato di eseguire un comando DISM che era stato terminato manualmente o arrestato a causa di un malfunzionamento della macchina.
  • L'errore 1726 potrebbe anche verificarsi perché il processo responsabile della procedura (Remote Procedure Call) è disabilitato o impedito l'esecuzione.

Come correggere l'errore DISM 1726

Se stai attualmente lottando per risolvere questo particolare errore DISM, questo articolo ti fornirà una serie di passaggi per la risoluzione dei problemi che altri utenti in una situazione simile hanno usato per eliminare l'errore. Per i migliori risultati, segui i metodi di seguito in ordine fino a quando non scopri una soluzione efficace che ti consente di aggirare il problema. Cominciamo!

Metodo 1: aggiornamento all'ultima build di Windows disponibile

Poiché il problema è specifico di determinate build di Windows 10, è importante assicurarsi che il sistema sia aggiornato prima di provare qualcos'altro. Microsoft ha già risolto questo problema con un paio di hotfix, quindi prenditi il ​​tempo per installare ogni Windows Update in sospeso.

Per fare ciò, premi il tasto Windows + R per aprire una casella Esegui. Quindi, digita " ms-settings: windowsupdate " e premi Invio per aprire la schermata di Windows Update. Quindi, fai clic su Controlla aggiornamenti e segui le istruzioni visualizzate per applicare tutti gli aggiornamenti in sospeso. Una volta applicato ogni aggiornamento, riavviare il computer ed eseguire nuovamente il comando DISM per vedere se il problema è stato risolto.

Se riscontri ancora lo stesso errore 1726, passa al metodo successivo di seguito.

Metodo 2: modifica del tipo di avvio del servizio RPC (Remote Procedure Call)

Poiché l' errore DISM 1726 si verifica probabilmente perché il servizio RPC (Remote Procedure Call) è disabilitato o impedito di essere eseguito per qualche motivo o altro.

Il servizio RPC (Remote Procedure Call) è il gestore controllo servizi per server COM e DCOM. È responsabile dell'esecuzione delle richieste di variazione dell'oggetto, dell'esportazione della risoluzione e della distribuzione della raccolta per i server COM e DCOM. Se questo server è disabilitato, tutti i programmi che utilizzano COM e DCOM (inclusi i comandi DISM) non funzioneranno correttamente.

Ecco una guida rapida per assicurarsi che il servizio RPC sia programmato per attivarsi ad ogni avvio:

  1. Premi il tasto Windows + R per aprire una casella Esegui. Quindi, digitare " services.msc " e premere Invio per aprire la finestra Servizi .

  2. Nella finestra Servizi, scorrere verso il basso l'elenco dei servizi locali e individuare il servizio RPC (Remote Procedure Call) . Una volta fatto, fai clic destro su di esso e scegli Proprietà .

  3. Nella schermata Proprietà del servizio RPC, vai alla scheda Generale e modifica il menu a discesa accanto a Tipo di avvio su Automatico .
  4. Premi Applica quindi OK e riavvia il computer. Al successivo avvio, eseguire nuovamente il comando DISM e vedere se l'operazione viene completata senza l' errore 1726 .

Se riscontri ancora lo stesso errore durante un'operazione DISM, continua con il metodo seguente di seguito.

Metodo 3: modifica del valore della chiave del Registro di sistema RpcSs

Se l' errore DISM 1726 non può essere evitato utilizzando il Metodo 2, proviamo a risolvere il problema apportando alcune modifiche al Registro di sistema. Alcuni utenti sono riusciti a risolvere il problema abilitando il servizio RPC (Remote Procedure Call) tramite l'Editor del Registro di sistema.

Avvertenza: la procedura seguente prevede la manipolazione del registro. Anche se le modifiche apportate ai passaggi seguenti sono sicure se eseguite correttamente, una manipolazione impropria del registro potrebbe provocare reazioni avverse al sistema. Per questo motivo, ti consigliamo vivamente di eseguire il backup del registro prima di apportare le modifiche presentate di seguito.

Ecco una guida rapida sulla modifica della chiave di registro RpcSs tramite l'Editor del Registro di sistema per correggere l'errore DISM 1726 :

  1. Premi il tasto Windows + R per aprire una casella Esegui. Quindi, digitare " regedit " e premere Invio per aprire l'Editor del Registro di sistema. Quindi, fare clic su al prompt Controllo account utente .

  2. Utilizzando il riquadro sinistro dell'Editor del Registro di sistema, accedere alla seguente chiave di registro:
     HKEY_LOCAL_MACHINE \ SYSTEM \ CurrentControlSet \ Services \ RpcSs 
  3. Con la chiave di registro RpcSs selezionata, passa al riquadro destro e fai doppio clic sul valore Start .
  4. Modificare i dati del valore di Avvia su 2 e premere OK per salvare le modifiche.

  5. Chiudi l'Editor del Registro di sistema e riavvia il computer. Al prossimo avvio, vedere se il problema è stato risolto e si è in grado di completare il comando DISM.

Se questo metodo non è stato efficace nel consentire di correggere l'errore DISM 1726, continua con il metodo seguente di seguito.

Metodo 4: disabilitazione temporanea del servizio di ricerca di Windows

Come alcuni utenti hanno scoperto, il problema può essere risolto assicurandosi che il servizio di ricerca di Windows sia disabilitato mentre il comando DISM è in esecuzione. Se il processo DISM viene interrotto dal servizio di ricerca, sarai in grado di completare l'operazione se disattivi il servizio di ricerca di Windows dalla finestra Servizi.

Ecco una breve guida su come fare questo:

  1. Premi il tasto Windows + R per aprire una casella Esegui. Quindi, digitare " services.msc " e premere Invio per aprire la finestra Servizi .

  2. Nella schermata Servizi, scorrere verso il basso l'elenco dei servizi e fare doppio clic sul servizio di ricerca di Windows .
  3. Nella finestra Proprietà di Ricerca di Windows, seleziona la scheda Generale e fai clic sul pulsante Arresta per impedire temporaneamente l'esecuzione del servizio.
  4. Con il servizio disabilitato, eseguire nuovamente la scansione DISM. Se l'errore è stato attivato dal servizio di ricerca di Windows, la scansione dovrebbe essere completata senza l'errore 1726.
  5. Per riavviare il servizio di ricerca di Windows, torna alla finestra Proprietà (utilizzando i passaggi da 1 a 3) e fai clic su Avvia o riavvia il computer.

Articoli Interessanti